Reiki per principianti, con Montse Carracedo

Tutto quello che devi sapere sul reiki, con uno specialista

Il reiki è una delle terapie di guarigione più utilizzate. Ma è vero che molta gente ha vari dubbi su questa disciplina. Per questo, niente di meglio che ricorrere ad uno specialista come Montse Carracedo, responsabile dell'Angolo della Guarigione, per saperne di più.

Hai mai provato il reiki nella tua vita o sei ancora un novellino in questo ambito? In ogni caso, ci sono sempre dei dubbi su alcune questioni basiche di questa nobile pratica di guarigione. Per questo, niente di meglio che risolvere queste questioni con l'aiuto di uno specialista in materia che potrà spiegarti in dettaglio di cosa si tratta.

Per questo motivo, abbiamo parlato con Montse Carracedo, maestra di reiki usui e responsabile del blog Angolo della Guarigione (reikirincondesanacion.blogspot.com). Attualmente impartisce corsi di Reiki Tradizionale Usui, di Lettura di Registri Akashici e anche di meditazione. Da questo punto di vista, ti racconterà tutto quello che devi sapere per iniziare questa pratica.

-Può sembrare alquanto basico. Ma... Come definiresti il reiki? Quali sensazioni ti stimola questa parola?

-Per me il reiki è diventato uno strumento primordiale in me ogni giorno. Quando iniziai nel 2009, la mia vita era sottosopra, e in un breve lasso di tempo tutto iniziò a "mettersi a posto" in modo naturale. Iniziai a sperimentare sempre maggior equilibrio (fisico, mentale, emozionale e spirituale), e non solo personale, ma anche di ciò che mi circondava (lavoro, relazioni personali, ecc.).

Per questo, potrie dire che per me il reiki è l'energia primordiale che equilibra la nostra vita, la corrente che ci fa stare in armonia con tutto quello che ci circonda, con la creazione. Penso che lo stato naturale dell'essere umano sia il canale di questa energia, perché non appena iniziamo a canalizzarla, passiamo dallo stato di "disordine" a quello di un ordine naturale. Sento che il Reiki risveglia in me il mio lato più autentico, il mio vero io. È davvero un modo di vita.

-Come definiresti una sessione di reiki a una persona che non l'ha mai fatto?

-Una sessione di reiki consiste nel canalizzare l'Energia Universale da parte del terapeuta e proiettarla con le sue mani sul paziente, generando un gran benessere immediato e favorendo la guarigione in qualunque livello l'individuo abbia bisogno.

Non esistono due sessioni di reiki uguali, come non esistono due persone uguali. Ogni individuo può sperimentare cose diverse a seconda delle sue necessità di guarigione più profonde.

Se dovessimo definire una sessione di reiki a grandi linee, potremmo dire che la persone che la riceve sperimenterà per prima cosa una sensazione di rilassamento e benessere generali: noterà come la sua mente "tace" facilmente e il suo corpo fisico lascia da parte le tensioni, e da lì tutto è possibile.

-Cosa si può guarire con il reiki? Può essere una cura fisica, spirituale, mentale o riguarda tutti gli aspetti?

-Il Reiki genera guarigione a tutti i livelli. Gli esseri umani possiedono una dimensione fisica, una mentale, una emotiva e una spirituale, e su questi aspetti agisce il reiki come strumento di guarigione.

Il Reiki agisce come un'energia intelligente che conosce le nostre vere necessità, quindi accederà al livello di guarigione di cui abbiamo bisogno in quel preciso momento. Durante una sessione di Reiki, possono succedere varie cose: sollievo dal dolore fisico localizzato, affioramento di emozioni represse, sollievo dallo stress, esperienze di tipo spirituale…

-Come si può eseguire il reiki a distanza? Potresti spiegarcelo?

-L'invio del reiki a distanza consiste nella guarigione di ciò che in quel momento preciso non è presente, sia nello spazio che nel tempo. Questo lo otteniamo con la visualizzazione, focalizzando l'energia del reiki con la nostra intenzione verso quello che vogliamo guarire.

Quando inviamo reiki a distanza non stiamo sfidando le leggi della fisica, ma agendo "qui ed ora" e sull'essere umano in tutte le sue dimensioni.

-Che relazione si può stabilire tra il reiki e la meditazione? Le raccomandi come pratiche complementari?

-Quando canalizziamo il reiki accediamo facilmente a stati di coscienza elevati, simili a quelli in cui si accede con la meditazione. Possiamo dire che la pratica del reiki favorisce la meditazione e la meditazione favorisce il reiki. Ovviamente, si completano a vicenda e sono raccomandate per tutti.

-Infine, qui puoi aggiungere quello che pensi sia necessario.

-Secondo la mia esperienza personale, posso affermare che il reiki ti cambia la vita. Se ancora non lo conosci, ti invito a farlo, sia con sessioni di un terapeuta, o con la pratica di un Maestro di Reiki. Ad ogni modo, il Reiki farà miracoli su di te!

Non hai voglia di iniziare questa pratica dopo aver letto questo articolo? Allora consulta uno specialista o maestro e inizia! Nel frattempo, approfitta delle parole di Montse Carracedo.

Alcuni articoli correlati che ti possono interessare:

Juan Esteban Jorge

IMPORTANTE: La missione del "Reiki per principianti, con Montse Carracedo" è aiutarti a informarti, MAI sostituire il medico.

Nessun commento

Crediti dell'immagine

Questo articolo contiene dei diritti riservati. Devi citare l'autore e la fonte con il link HTML del http://amp.innatia.it/